Satispay la carta di debito senza carta e senza “debito”

Satispay

Mai come in questi ultimi anni l’innovazione sta contaminando e cambiando le regole di business e società in ambiti che si ritenevano intoccabili e senza tante speranze di cambiamento. Dai trasporti con Uber alle vendite con Amazon ed Ebay passando per il turismo con AirBnb sono sempre di più le aziende che si propongono come vere alternative a strutture preesistenti e radicate nel tessuto societario.

Anche il mondo dei servizi finanziari sta subendo – per fortuna – una trasformazione grazie a nuove normative europee ed internazionali che rendono possibili attività di società private dove prima solo gli istituti bancari potevano operare andando quindi ad immettere sul mercato numerosi competitor che vanno a migliorare sia le proposte per gli utenti sia per gli utilizzatori professionali.

Uno dei temi più caldi del momento è sicuramente quello legato ai pagamenti elettronici. Banche e governi stanno spingendo sempre più sull’acceleratore per diminuire in maniera drastica la circolazione di moneta a favore di soluzioni facilmente tracciabili ed economicamente convenienti. E proprio in questo ambito ecco fare la sua comparsa l’idea italiana di Satispay che con un app per dispositivi mobili si propone come alternativa alla carta di debito “classica”.

Come funziona?
Satispay funziona come una prepagata automatica, collegata al tuo conto corrente bancario (o carta con IBAN).

In queste poche parole risiede l’idea di funzionamento del prodotto. Non si tratta di una carta di credito (quindi non si possono fare acquisti senza avere disponibilità economica) e non si tratta di un conto bancario. Si tratta di un sistema automatizzato di trasferimento fondi dal proprio conto verso Satispay e da qui verso la realtà commerciale dove si effettuano gli acquisti o verso la persona alla quale si vuole fare un pagamento. Siamo di fronte quindi ad un intermediario che permette un bonifico istantaneo fra due realtà.

Una volta scaricata l’app e registrati al servizio (serviranno un documento di identità, un IBAN intestato alla propria persona, il codice fiscale ed una attesa di qualche giorno per le verifiche del caso) si dovrà indicare quanti soldi si vogliono caricare su Satispay. Definita l’entità del deposito (a tranche di 25€ con un massimo di 200€) il servizio automaticamente si occuperà di effettuare un bonifico dal nostro conto di appoggio verso il salvadanaio elettronico e renderà disponibile il denaro per le operazioni del caso. A cadenza settimanale ,sempre in automatico, Satispay disporrà delle operazioni atte a ricaricare il servizio (nel caso si siano spesi dei soldi) o a depositare sul conto di appoggio eventuali eccedenze (nel caso si siano ricevuti dei soldi) in modo da allineare il bilancio alla soglia impostata.

Da notare che i pagamenti potranno essere compiuti solamente se ci si trova in prossimità dell’esercizio commerciale, elemento questo che potrebbe dare qualche problema nel caso si ordini qualcosa con consegna a domicilio essendo impossibile saldare il conto al fattorino. Stessa cosa dicasi per i versamenti con amici e parenti presenti nella nostra rubrica verso i quali non sarà possibile versa o prendere del denaro se non si è nelle vicinanze.

Satispay è utilizzabile dai commercianti non solo nella sede fisica della propria attività ma anche in a distanza; è possibile ordinare una pizza da remoto e pagarne l’importo immediatamente mentre si è al telefono con il negoziante. E’ prevista una versione dedicata ai  fattorini ed in generale a tutti coloro che vogliono ricevere pagamenti in un luogo diverso dalla sede fisica della propria attività utile per chi effettua servizi di consegna a domicilio o simili. Per quanto riguarda lo scambio di denaro fra privati anche in questo caso il problema della “lontananza” non sussiste; basta che una persona abbia installato il programma e si potrà effettuare una transazione  anche se ci si trova in due continenti diversi.

Nel caso si voglia riavere tutti i soldi sul proprio conto sarà sufficiente impostare a 0 il saldo settimanale ed al primo accredito utile verranno trasferiti tutti i soldi sul proprio conto corrente bancario. Per i commercianti invece verrà effettuato giornalmente il trasferimento di quanto incassato nel proprio conto di appoggio.


Quanto costa?
Il servizio, come ormai da prassi consolidata, non ha costi per chi paga ed ha una commissione per chi incassa. Satispay risulta conveniente per le attività commerciali sia per chi vive di micro transazioni sia per chi riceve pagamenti di cifre sostanziane. Sotto i 10€ il servizio è gratuito mentre sopra questa soglia la commissione è fissata in 0,20€. Diventa quindi possibile pagare elettronicamente il caffè al bar senza incorrere nelle ire del gestore e l’acquisto di un televisore da 500€ peserà sulle tasche del commerciante meno dello 0,05% .

Da notare come vengano proposte numerose promozioni verso alcuni esercenti che rendono ancora più conveniente l’utilizzo dell’app (come ad esempio prendere due gelati da Grom il sabato e pagarne solo uno). Per dare una idea delle possibilità queste sono le promozioni che risultano attive ad oggi:

Dove funziona?
Ad oggi Satispay è disponibile per le maggiori piattaforme presenti sul mercato e prevede un app per Apple Store, Google Play e Windows Store.

La rete di commercianti e professionisti che aderisce alla piattaforma è in continuo aumento anche se purtroppo nessun player della GDO risulta ancora fra gli utilizzatori.

 

satispay

satispay
Satispay è sicuro?
Sulla questione sicurezza riporto direttamente quanto scritto nelle FAQ presenti sul sito di Satispay in quanto decisamente chiaro ed esaustivo:

“Assolutamente sì: Satispay utilizza un livello di sicurezza superiore allo standard bancario e un sistema di criptazione all’avanguardia che protegge i tuoi dati e le tue transazioni in ogni momento. Verifichiamo costantemente la protezione dei nostri database grazie ad un team specializzato.
Inoltre basandosi sull’IBAN è molto più sicuro delle tradizionali carte di credito/debito. La modalità di pagamento sviluppata da Satispay elimina tutti gli intermediari e aumenta il livello di sicurezza perché nessun dato sensibile o personale è condiviso, nemmeno in occasione di pagamento su e-commerce o negozio fisico.
Questo eleva di molto la sicurezza in confronto ai pagamenti con carta, dove le informazioni della carta sono condivise con molteplici soggetti. A differenza delle carte, inoltre, è necessario che l’utente si autentichi digitando il proprio codice PIN Satispay, oltre al codice di sicurezza che solitamente gli utenti usano per sbloccare il telefono stesso.”

Piaciuto?
Ad oggi ho usato Satispay solo un paio di volte in quanto nelle zone dove mi trovavo non erano presenti attività commerciali in cui volevo andare.

Sicuramente il prodotto è interessante ed il poter pagare la colazione al mattino o il panettiere senza mettere mano ai contanti è un plus da non sottovalutare. Molto conveniente per i commercianti in particolare in questa prima fase di statup del servizio. Infatti non è cosa da poco avere clientela grattis semplicemente aderendo al servizio e vederne gli utilizzatori passare in negozio per provarne il funzionamento. Fra due bar che non conosco sicuramente io andrò in quello che accetta Satispay come mezzo di pagamento.

Promozione se vi iscrivete
Se siete rimasti incuriositi e volete provare il sistema Satispay vi offro io la prima colazione grazie al codice MAUROMONT da inserire in fase di registrazione.  A procedura ultimata avrete accreditati sul vostro conto 5€ da poter spendere come meglio credete, io consiglio spremuta, cappuccio e brioche!


Informazioni su Mauro Monti

Mauro Monti Amante del fare e del provare, del confrontarsi e del scoprire e riscoprire le cose della vita. Programmatore, giornalista, creativo. Fotografo in erba,scrittore,progettista. Sognatore pragmatico, osservatore. Attualmente attivo sia nell’ambito della consulenza informatica sia in quello della comunicazione nelle vesti di giornalista ed addetto ad uffici stampa.

Rispondi